Chiesa di Sant’Agostino, Asciano (SI)

Chiesa di Sant'AgostinoChiesa di Sant'Agostino

1.La “nuvola di punti” può essere tagliata in qualsiasi punto. In questo caso abbiamo sezionato la chiesa lungo l'asse longitudinale e impostato la vista prospettica.Chiesa di Sant'Agostino2.Il laserscanner ha permesso di “fotografare” lo stato dei luoghi. Questa porzione della pianta permette di individuare i ritrovamenti archeologici, ad esempio le sepolture poste in basso, e gli elementi architettonici, come i gradini dell'altare maggiore.Chiesa di Sant'Agostino3.Insieme al rilievo geometrico, grazie alla fotocamera interna al laser scanner, è stato possibile mappare con fotografie tutte le superfici della chiesa raggiunte dal laser. I fotopiani sono elaborazioni della “nuvola di punti”, integrata con il dato RGB, derivato dalle fotografie.Chiesa di Sant'Agostino4.La “nuvola di punti”, escludendo il dato fotografico, è visibile a falsi colori, si tratta di una scala cromatica corrispondente al dato della riflettanza rilevato dal laser. Questo indice cambia con le diverse proprietà dei materiali colpiti dal laser. I falsi colori aiutano nelle successive elaborazioni, ad esempio nel rilievo materico o nell'analisi del degrado.Chiesa di Sant'Agostino

TECNOLOGIA UTILIZZATA: Rilievo laser scanner COMMITTENZA: Venerabile Confraternita di Misericordia e Sacro Chiodo di Asciano (SI) ANNO: 2010/11 (Completato)
Il rilievo è stato svolto durante i lavori di restauro della chiesa, diretti dall'Architetto Tarcisio Bratto‎. In particolare, a seguito dello smontaggio della pavimentazione, era stata avviata una campagna di scavi archeologici. Il rilievo laserscanner ha permesso di documentare lo scavo e lo stato dei lavori sulla chiesa senza interferire con il programma dei lavori. Il lavoro di acquisizione, infatti, è durato un solo giorno, mentre dopo aver rimontato la “nuvola di punti” si è definito il materiale da restituire in collaborazione con il progettista.